Nessun rischio per il Servizio civile universale (29-03-2018)

«Le dichiarazioni odierne della CNESC ci lasciano a dir poco sorpresi» così commenta il Sottosegretario al Ministero del lavoro e delle politiche sociale Luigi Bobba il comunicato della CNESC sul presunto rischio che la riforma del Servizio civile universale sia prossima ad arenarsi.

«Riteniamo, infatti, che l’impegno profuso in questi difficili mesi da parte delle istituzioni per dare piena attuazione alla riforma, che già ha prodotto risultati importantissimi, riuscirà a garantire anche un passaggio il più rapido possibile dai vecchi Albi al nuovo Albo di Servizio civile universale e ad assicurare la più ampia partecipazione degli enti alla progettazione 2018. In particolare è intenzione del Governo introdurre nel Decreto correttivo del Decreto legislativo 40/2017 la data ultimativa per il passaggio tra Albi, che corrisponderà alla scadenza dei dodici mesi dall'entrata in vigore del nuovo provvedimento, accogliendo così la richiesta espressa dalle Regioni in sede di Conferenza Unificata a fine febbraio e oggi invocata dalla CNESC» aggiunge il Sottosegretario, ricordando peraltro che quest’anno sono stati finanziati tutti i progetti presentati risultati ammissibili e che già oggi chi degli enti ha voluto accreditarsi al nuovo Albo lo ha fatto.

«Il cambio di passo invocato è stato dunque già compiuto – conclude Bobba - Confidiamo che gli enti di servizio civile accompagnino le istituzioni adeguando anche il proprio passo, nella consapevolezza che si tratta di un percorso per tutti complesso. Ancora una volta, anche pubblicamente, ribadiamo la piena disponibilità al confronto, ma a patto che avvenga su problemi chiaramente individuati e su proposte costruttive».

Data ultimo aggiornamento: 30/03/2018



Allegati:

- Cs 29 Marzo 2018
  • Nohatespeech
  • PON Sicurezza
  • PAC
  • POAT GIOVENTU
SERVIZI ONLINE
Twitter FACEBOOK YOUTUBE RSS FLICKR
tappo banner
chiusura colonna
Sito ottimizzato per Internet Explorer 9