Concluso il convegno “Giovani per il mezzogiorno”: un’esperienza da replicare (17-11-2015)

Conclusa la due giorni di Napoli, “Giovani per il mezzogiorno: il Piano di azione e coesione”, che ha visto la partecipazione di Sindaci, Assessori regionali alle politiche giovanili, Istituti bancari, Autorità e rappresentanti delle Istituzioni nazionali per un confronto che ha avuto come oggetto la realtà giovanile.

«Va modificato il paradigma “facciamo politiche per i giovani”- ha dichiarato il ministro Poletti - nove volte su dieci la risposta ai bisogni la possiedono gli stessi giovani. Occorre un approccio inclusivo ai problemi, per consolidare una società dove si costruiscano valori e si formino culture, perché i risultati che si ottengono siano stabili e duraturi».

«Molto positivo l’esito del piano di azione e coesione – ha proseguito il Ministro-  che è uno dei tasselli della nostra politica insieme al Servizio civile nazionale, che ha ottenuto un ulteriore finanziamento, e al programma Garanzia giovani, di cui chiederemo il rifinanziamento. Un programma a cui si sono iscritti ben 800.000 giovani, oltre 500.000 già presi in carico dai servizi pubblici italiani».

Giovani per il sociale, con  326 progetti per l’inclusione sociale, la legalità e la cittadinanza attiva e Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici per il recupero e la valorizzazione di beni e spazi pubblici e la loro restituzione al territorio con 251 progetti sono gli ambiti in cui sono state presentate, da alcune associazioni, le iniziative in corso di realizzazione.

«Questa due giorni a Napoli – ha affermato il Sottosegretario Bobba – ha avuto il fine di far conoscere le esperienze e di condividerle con tutti coloro che lavorano nel mondo giovanile, per far comprendere come i giovani possano essere gli artefici del proprio futuro. Inclusione sociale e inclusione lavorativa sono i due pilastri senza i quali non è possibile realizzare interventi concreti per i giovani. Esperienza fondamentale in questo contesto è sicuramente anche quella del Servizio civile nazionale che coniuga l’ aspetto formativo, il servizio per gli altri e l’acquisizione di professionalità spendili in contesti lavorativi. Integrazione fra reti sociali, reti locali e istituzioni sono gli ingredienti fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi delle politiche a favore dei giovani».

«Con il consueto impegno del Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale abbiamo pubblicato nelle scorse settimane altri due avvisi pubblici, uno per promuovere il talento dei giovani e l’altro per la  prevenzione del disagio giovanile, che spesso si rivela essere “talento non espresso”».

Bobba ha concluso i lavori con la proposta di replicare nelle altre Regioni obiettivo questa esperienza di incontro e ha sottolineato l’opportunità di individuare nel Masterplan per il Sud un’idea progettuale in cui il baricentro sia rappresentato dai giovani.

Hanno preso parte ai lavori, oltre al Ministro Giuliano Poletti e al Sottosegretario Luigi Bobba, l’Arcivescovo di Napoli S.E.Cardinale Crescenzio Sepe, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri On. Sandro Gozi, con un videomessaggio, il Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Dott. Raffaele Cantone, il Presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento europeo On. Silvia Costa, il Sindaco di Napoli On. Luigi de Magistris, l’Assessore alle politiche giovanili, la creatività e l’innovazione del comune di Napoli Dott.ssa Alessandra Clemente, l’Assessore alle politiche giovanili del comune di Bari Dott.ssa Paola Romano, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II Prof. Gaetano Manfredi, il Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale Giovani Dott. Giacomo D’Arrigo, il Presidente Vicario del Forum Nazionale Giovani Dott. Carmelo Lentino, il Presidente AMESCI e Presidente Forum Nazionale per il Servizio Civile Dott. Enrico Maria Borrelli, l’Amministratore Delegato di Invitalia Dott. Domenico Arcuri, il responsabile incentivi e innovazione di Invitalia Dott. Bernardo Mattarella, il Presidente dello Svimez Prof. Adriano Giannola, la Dott.ssa Maria Ludovica Agrò Direttore Generale dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, l’Assessore della Regione Campania Dott.ssa Serena Angioli, l’Assessore alla Regione Calabria Dott.ssa Federica Roccisano, l’Assessore alla Regione Puglia Avv. Raffaele Piemontese, il Segretario Generale ANCI Dott.ssa Veronica Nicotra, l’Amministratore Delegato Banca Prossima Dott. Marco Morganti, il Presidente CNESC Dott. Licio Palazzini.

Data ultimo aggiornamento: 18/11/2015



Allegati:

- CSdopoconf_17112015
  • Nohatespeech
  • PON Sicurezza
  • PAC
  • POAT GIOVENTU
SERVIZI ONLINE
Twitter FACEBOOK YOUTUBE INSTAGRAM FLICKR
tappo banner Scelgo il Servizio civile
chiusura colonna
Sito ottimizzato per Internet Explorer 9