Riscatto del servizio civile (14-02-2009) (14/02/2009)

Diritto & Pratica del lavoro n. 6/2009

Apportando una modifica al D.Lgs. 5 aprile 2002, n. 77, dal 1° gennaio 2009, per i soggetti iscritti al Fondo pensioni lavoratori dipendenti e alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, agli iscritti ai fondi sostitutivi ed esclusivi dell`assicurazione generale obbligatoria per l`invalidità, la vecchiaia ed i superstiti ed alla gestione separata di cui legge n. 335/1995, i periodi corrispondenti al servizio civile su base volontaria successivi al I` gennaio 2009 sono riscattabili, in tutto o in parte, a domanda dell`assicurato, e senza oneri a carico del Fondo nazionale del servizio civile, con le modalità previste dall`articolo 13 della legge 12 agosto 1962, n. 1338 e sempreché gli stessi non siano già coperti da contribuzione in alcuno dei regimi stessi. Gli oneri da riscatto possono essere versati ai regimi previdenziali di appartenenza in unica soluzione ovvero in centoventi rate mensili senza l`applicazione di interessi per la rateizzazione. Dal I° gennaio 2009, inoltre, cessa a carico dei Fondo nazionale dei servizio civile qualsiasi obbligo contributivo per il periodo di servizio civile prestato dai volontari avviati dal 1° gennaio 2009 (D.L. n. 185 del 29 novembre 2008, art. 4, comma 2). Qualificazione dei compenso Si rammenta che, relativamente al compenso percepito dai volontari del servizio civile, l`Agenzia delle entrate (v. circ. Agenzia delle entrate, n. 24 del 10 giugno 2004, par. 4, punto 2 e circ. Inps, n. 55 del 30 aprile 2008) con una propria risoluzione aveva chiarito che le somme percepite dai volontari ai sensi della normativa di settore, in mancanza dei presupposti che consentono di configurare il rapporto d`impiego dei volontari come un vero e proprio rapporto di lavoro dipendente, devono essere qualificate quali redditi di collaborazione coordinata e continuativa ai sensi dell`art. 50, lettera c-bis) del Tuir. Discende da quanto sopra che i volontari del servizio civile sono soggetti all`obbligo contributivo verso la Gestione separata di cui all`art. 2, comma 26, della legge n. 335/1995, alla quale devono essere iscritti come collaboratori. Relativamente al della contribuzione a norma dell`articolo 9, comma 4, del D.Lgs. n. 77/2002 (prima dellariforma operata dal D.L. n. 185/2008) il relativo onere era stato posto interamente a carico del Fondo nazionale per il servizio civile e, pertanto, sull`importo della contribuzione daversare alla Gestione separata non doveva essere effettuata la trattenuta di un terzo
a carico dei collaboratore.


Data ultimo aggiornamento: 06/11/2014



Allegati:

- Diritto Pratica Del Lavoro
  • Nohatespeech
  • PON Sicurezza
  • PAC
  • POAT GIOVENTU
SERVIZI ONLINE
Twitter FACEBOOK YOUTUBE RSS FLICKR
tappo banner
chiusura colonna
Sito ottimizzato per Internet Explorer 9