Volontariato, che passione! (05-04-2008) (05/04/2008)

Le tre ragazze si dicono molto soddisfatte dell`esperienza sal punto di vista lavorativo ed umano

Si chiamano Fabiana Menghi, Maria Deghi e Bruna Bracelli: sono le giovani volontarie del Servizio Civile, in forze presso la Casa di Riposo "Corti Nemesio", a Delebio. Occhi vispi, sorriso pronto ed una sottile armonia lega queste ragazze che da novembre si sono candidate per questa esperienza di vita, un po` particolare, ma davvero appagante.

Lavorare a contatto con la terza età, sfruttando le conoscenze acquisite durante le scuole superiori, senza trascurare le possibilità offerte dalla struttura residenziale. Per comprendere i punti forti di una professionale sociale, come l`Educatrice in Casa di Riposo, ma non solo.

Questa opportunità, infatti, tocca diversi ambiti: dall`animazione all`accompagnamento degli anziani, all`assistenza durante la fisioterapia, fino alle procedure burocratiche ed al servizio di farmacia interna.

Come avevate saputo che era stato pubblicato il bando per il Servizio Civile Nazionale, anche a Delebio?

L`avevamo saputo attraverso delle conoscenze che avevamo in Casa di Riposo ed attraverso le locandine che erano affisse un po` ovunque.

Qual è il vostro orario di lavoro e come vi suddividete i compiti da assolvere?

Lavoriamo dal lunedì al venerdì, effettuando un turno di sei ore al giorno: qualche volta, a rotazione, veniamo anche al sabato. Tra noi, comunque, c`è una bella collaborazione, per cui in caso di necessità ci si viene incontro.

A livello globale, ognuna di noi ha un suo settore specifico d`intervento. Fabiana si occupa principalmente della posta e della farmacia, aiuta il direttore nell`archiviazione e gestione documenti, opera molto in ufficio. Bruna, invece, sin dalla mattina è impegnata nelle levate degli ospiti, li porta in refettorio per la colazione, quindi, affianca la fisioterapista per la riabilitazione ed gli esercizi motori. Maria, infine, aiuta Domizia, l`Educatrice professionale ed al pomeriggio porta avanti i laboratori ricreativi, i momenti di svago e di intrattenimento, in autonomia.

Cosa vi ha dato, in questi mesi, questa esperienza a livello umano?

Mentre all`inizio eravamo titubanti ed incerte, ora ci sentiamo sicure del nostro operato. L`ambiente della Casa di Riposo, sin dall`inizio, è stato in grado di accoglierci e di metterci a nostro agio. L`anziano è, per noi, una figura che richiede peculiare attenzione, non solo dal punto di vista sanitario e medico. Ha bisogno di compagnia e di dialogo, ma soprattutto d`affetto e d`ascolto: pensate che, alcuni, non hanno più la memoria di breve termine, ma ti raccontano ancora fatti ed eventi della loro prima infanzia.

Elisa Piva

 


Data ultimo aggiornamento: 06/11/2014



Allegati:

- Centro Valle 05 04 08
  • Nohatespeech
  • PON Sicurezza
  • PAC
  • POAT GIOVENTU
SERVIZI ONLINE
Twitter FACEBOOK YOUTUBE INSTAGRAM FLICKR
tappo banner Scelgo il Servizio civile
chiusura colonna
Sito ottimizzato per Internet Explorer 9